Definizione degli interventi edilizi DPR 380/2001 smi – Interventi edilizi minori- Manutenzione straordinaria

Quando prendete la decisione di apportare modifiche su un immobile esistente di vostra proprietà dovete sapere che anche se le modifiche riguardano partizioni interne tali modifiche sono soggette alla verifica della normativa vigente in materia di edilizia e normativa igienica sanitaria.Ogni comune ha un proprio Regolamento Edilizio, in linea con la normativa nazionale, e ad un Regolamento d’Igiene.

Solitamente le opere più comuni si riferiscono ad una diversa distribuzione degli spazi inetrni, ricadendo in opere di manutenzione straordianria.

dpr 380/2001 sm Art 3 – definizioni interventi edilizi

(…) b) “interventi di manutenzione straordinaria”, le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso. Nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono ricompresi anche quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purche’ non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’ uso;(…)
(fonte : https://www.studiotecnicopagliai.it/dpr-3802001-testo-unico-in-materia-edilizia/ – Copyright Carlo Pagliai)

Se le opere non comportano modifiche strutturali si procederà con la C.I.L.A. diversamente si procederà con una S.C.I.A. etc.

Da quest’anno è entrato in vigore il modello unificato.(http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/enti-e-operatori/territorio/moduli-edilizi-unificati). Il rpofessionista che vi seguirà saprà aggiornarvi su tutti i nuovi adempimenti.

 

Ricordatevi quindi di adempiere a queste comunicazioni prima di effettuare tali cambiamenti in modo da non ricadere in procedimenti amministrativi e sanzioni di vario genere.

La parte conclusiva di un procedimento si determina con la presentazione della fine lavori e dell’aggiornamento catastale che ne consegue.

Attenzione l’aggiornamento catastale da solo non è sufficiente deve essere la fase finale di una comunicazione comunale presentata allo sportello unico per l’edilizia.

Cosa serve per presentare una pratica edilizia per opere di manutenzione straordianaria?

La premessa è che per eseguire opere su un ‘immobile si deve esserne proprietari o delegati dall’avente titolo.Avere un professionista abilitato che realizzi i disegni tecnici necessari alla rappresentazione delle modifiche e che tali modifiche siano conformi a quanto prescritto dal regolamento edilizio e di igiene.Affidare i lavori ad un’impresa qualificata che abbia tutte le documentazioni in ordine ( durc, camerale etc.)e che esegua le opere a regola d’arte.In questo modo avete quanto serve per la presentazione e successiva archiviazione del procedimento.

Qui di seguito un esempio di tavola comunale.

tavola CILA